Il format per la narrazione delle esperienze

Le buone pratiche selezionate da Musica a Scuola sono presentate in un format pensato per rendere esplicito, leggibile e utile alla replicabilità, il lavoro di progettazione che sta alla base di queste azioni didattiche; per coglierne l'essenza nell'ottica della trasferibilità.

Ogni esperienza contiene 5 video. Un'architettura a playlist pensata per fornire ai docenti di musica una struttura comune, che faciliti da un lato la comprensione e dall'altra la condivisione della pratica.

5 momenti che coincidono con le 5 clip delle playlist

1. Introduzione

Come e perché nasce la proposta formativa

2. Cassetta degli attrezzi

La definizione degli strumenti e degli spazi di lavoro

3. Esplorare

La costruzione del percorso progettuale
Fase 1: perlustrare e cominciare a conoscere

4. Comprendere/Comporre

Fase 2: analizzare – raggruppare – trascrivere - scomporre e ricomporre - eseguire – reinventare

5. Comunicare

Fase 3: mettere in forma per condividere e valutare/valutarsi
   

Nella descrizione delle azioni didattiche si è tenuto conto di tutti i momenti del processo di progettazione. Oltre alla playlist con i 5 video, la buona pratica è accompagnata da dei materiali utili (finalizzati all'azione didattica, alla valutazione, approfondimenti vari, ecc.) messi a disposizione dal docente autore dell'esperienza.

Il framework delle competenze musicali

Per agevolare i docenti nel loro lavoro di osservazione e sviluppo di competenze musicali specifiche, partendo dai traguardi delle Indicazioni Nazionali del 2012 abbiamo realizzato un framework delle competenze musicali prendendo in considerazione anche i modelli europei.

Lo schema è offerto come strumento utile alla descrizione e alla valutazione dei processi di trasformazione dei tre ambiti in cui -secondo le Indicazioni Nazionali- si manifesta la competenza musicale:

  • l'ascolto;
  • la produzione;
  • la letto-scrittura.